F.A.Q.

Hai dimenticato la password?

*

La storia 

Separatore fogliolina

Anni '30  

La storia degli Oelfici Mataluni inizia negli anni '30, quando Biagio Mataluni, emigrato in America nel primo dopoguerra e tornato a Montesarchio nel 1934, realizza il primo frantoio oleario elettrico della Valle Caudina, che rappresenta una notevole innovazione per l’epoca e garantisce ottimi standard qualitativi.   
Giuseppe Mataluni Anni '30Montesarchio Anni '30


Separatore fogliolina

Nel 1936 viene effettuata la prima iscrizione a Confindustria Benevento, sotto la presidenza di Edoardo Minieri. A Biagio Mataluni subentra suo figlio Giuseppe, padre dell’attuale presidente e che ricoprirà anche la carica di presidente della Sezione Olearia di Confindustria Benevento. FOTO SENZA LINEE

 

Separatore fogliolina

Anni '40  

La Ditta Mataluni Biagio & Figli introduce nuovi motori elettrici, una superpressa idraulica ed il primo impianto di distribuzione di acqua calda e riscaldamento a termosifone. Il nome del nuovo frantoio è Oleificio Caudino. 
Frantoio - Oleificio Caudino


Separatore fogliolina
 
 

Anni '60 

Giuseppe Mataluni, figlio del fondatore, porta avanti l’attività di famiglia estendendola ai confini regionali. È nel 1966  viene registrato il brand Olio Vero, il primo brand della famiglia Mataluni ancora oggi prodotto e distribuito sia in Italia che all'estero e registrato nei più importanti paesi.
Prodotti marchio Vero


Separatore fogliolina
 
  

Anni '80 

Biagio Mataluni, nipote del fondatore ed attuale presidente, all’età di 19 anni prende in mano le redini dell’azienda, con la forte determinazione che lo porterà a svilupparla e innovarla. Nel 1980 l’Oleificio Caudino si dota di un impianto di imbottigliamento e commercializza l'olio di oliva con il marchio Vero.


 Separatore fogliolina
 

Anni '90 

In questi anni Biagio Mataluni, insieme al fratello Fabio, partecipa alle principali fiere internazionali del settore oleario e pianifica una lungimirante strategia di marketing. Fabio Mataluni apre, così, a New York una filiale commerciale, specializzandosi nel private label.  Nel 1998, dopo aver  completato il processo di certificazione, offrendo una fornitura completa di oli alimentari, ed avviato un processo di filiera verticale integrata (stampa delle etichette e produzione di cartoni e bottiglie in PET); l’azienda si rende protagonista di due storiche innovazioni: la sostituzione del vetro in PET per la produzione di olio di oliva destinato principalmente all’estero e l’introduzione, in Italia, delle confezioni in PET per gli oli di semi, tradizionalmente confezionati in banda stagnata.

 

Separatore fogliolina

2000 

In questi anni viene completato il processo di trasformazione avviato negli anni ’80, e l'azienda da artigianale diventa complesso industriale. Nascono così gli Oleifici Mataluni. Contemporaneamente prende forma anche l’assetto definitivo della governance, con l’ingresso anche degli altri due fratelli, Vincenzo e Domenico, a cui si aggiungerà il figlio Biagio Flavio e il cognato dell'attuale presidente, oltre alla moglie Elvira Schioppi. CAMBIARE FOTO

 

 Separatore fogliolina

2001 

È una anno di rilevante importanza per gli Oleifici Mataluni. Nasce il Criol, il Centro di ricerca per lo sviluppo di materie olearie e packaging innovativo, in collaborazione con il Dipartimento di Scienza degli Alimenti dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Oggi il Criol è considerato tra i centri di eccellenza più all’avanguardia nel settore oleario e, dal 2010, è incluso nell’Albo ministeriale dei laboratori di ricerca riconosciuti dal MIinistero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Opera in collaborazione con numerosi centri di ricerca e atenei italiani ed europei e conduce progetti di ricerca nazionali ed internazionali.  

 Separatore fogliolina 

2006 

Gli Oleifici Mataluni avviano un notevole piano strategico che porterà all’acquisizione di storici marchi dell'industria alimentare italiana, tra cui TopazioOiO, Lupi e Minerva, questi ultimi due appartenuti alla famosa azienda ligure Minerva Agricola Alimentare. Grazie alle acquisizioni l'azienda determina un accorciamento della filiera a beneficio del consumatore e del mondo agricolo.


Separatore fogliolina
  

2009  

Questo è l'anno della svolta. Viene acquisito il marchio Dante da una multinazionale spagnola. L'azienda riporta dopo 24 anni in Italia la storica etichetta del Sommo Poeta, creata da Giacomo Costa a Genova nel 1854, e dà vita ad un nuovo importante impulso al Made in Italy. È in quest'anno che gli Oleifici Mataluni fanno il loro primo ingresso sulle reti televisive e sulla stampa nazionale, riportando Olio Dante in comunicazione dopo molti anni di assenza

Dante packaging 2009Dante Packaging 2011 

Separatore fogliolina

2010

Insieme ad Unaprol, il più grande consorzio olivicolo italiano che riunisce 550mila produttori agricoli, gli Oleifici Mataluni costituiscono il Consorzio Evolio. Un grande progetto di filiera, che unisce olivicoltori e produttori oleari con l’obiettivo comune di valorizzare solo il meglio delle produzioni italiane. L’Olio Lupi con il marchio I.O.O.% Qualità Italiana, proviene da una filiera certificata e interamente italiana che consente anche ai piccoli produttori di affacciarsi sul mercato con un prodotto che nasce negli uliveti e arriva direttamente a tavola. 
Nello stesso anno gli Oleifici Mataluni vengono premiati da Legambiente con il riconoscimento “Innovazione Amica dell’Ambiente” per il progetto Re-Waste, con il quale è stato realizzato un impianto dimostrativo capace di convertire i reflui oleari da sostanze inquinanti in preziosa fonte di biomolecole.
Sempre quest'anno Olio Dante diventa il primo prodotto alimentare protagonista di un product placement in una trasmissione Rai: “La Prova del Cuoco”. FOTO RE-WASTE

Separatore fogliolina 

2011

L'azienda, con l'ingresso del marchio Olita, completa il piano di acquisizioni. La storica etichetta contraddistinta dalla famosa forchetta a tre punte, viene ceduta dalla famosa azienda alimentare Star, con la quale gli Oleifici Mataluni avviano un'importante collaborazione relativamente alla commercializzazione di alcuni prodotti presso il canale Food Service.
Nel luglio del 2011, gli Oleifici Mataluni siglano uno storico accordo con la Nippon, una delle più grandi società giapponesi di distribuzione alimentare, finalizzato alla commercializzazione in esclusiva per il Giappone del brand Dante. Sempre in quest'anno, l’intera linea di prodotti a marchio Dante riceve il prestigioso riconoscimento “Eletto Prodotto dell’Anno”, che premia i prodotti nuovi ed innovativi. FOTO OLITA FOOD SERVICE + ADV NIPPON + PRODOTTO DELL'ANNO

Separatore fogliolina

2012 

Il Centro di ricerca degli Oleifici Mataluni, in collaborazione con il Dipartimento di Endocrinologia e Oncologia Molecolare e Clinica, e con il Dipartimento di Scienza degli Alimenti dell’Università di Napoli “Federico II”, sviluppano Dante Condisano, l’olio di oliva arricchito con vitamina D. Il prodotto, confezionato nell'innovativo packaging in PET, è il frutto di un duro lavoro di ricerca scientifica e studi di marketing, che hanno dimostrato come l'olio di oliva e l'olio extra vergine siano buoni. FOTO EVENTO CONDISANO + FOTO OLIOGRAMMA CONDISANO
Quest'anno gli Oleifici Mataluni costituiscono, insieme ad altre 11 aziende dell'eccellenza agroalimentare campana, Tradizione Italiana - Italian Food Tradition,un nuovo consorzio senza fini di lucro che ha l'obiettivo di promuovere all’estero, con un'azione congiunta, il Made in italy di qualità. La mission del consorzio è rafforzare la presenza della aziende associate attraverso nuove sinergie.

 Separatore fogliolina

2013 

Quest'anno gli Oleifici Mataluni costituiscono il Distretto ad Alta Tecnologia Campania BioScience, insieme a 41 realtà che operano nei settori farmaceutico, agroalimentare, ICT, cosmesi, dispositivi biomedicali, ed importanti realtà accademiche e Centri di Ricerca specializzati. FOTO DISTRETTO O LOGO 

                                                   Separatore fogliolina

TOP